Test della Riviera & Bar QD 574 Una friggitrice digitale in acciaio inossidabile

Come un professionista

In Questo Articolo:

Non è perché tutte le riviste femminili suggeriscono di perdere tre sterline prima dell'estate che mi rifiuterò di testare una friggitrice. Con Riviera & Bar, sono stato in grado di utilizzare queste ultime settimane la loro ultima friggitrice in acciaio inox e digitale, una friggitrice che mette tutto sulla facilità d'uso e una performance di controllo della temperatura. Ecco una prova da sottolineare in grassetto!

Test della Riviera & Bar QD 574 Una friggitrice digitale in acciaio inossidabile: della

Non c'è frittura senza olio

La coincidenza del calendario voleva che allo stesso tempo io fossi in possesso di una friggitrice senza olio, quindi potrei confrontare consapevolmente i due dispositivi. Tornerò in un altro articolo sui vantaggi di una friggitrice senza olio ma, in termini di gusto e gusto, ho scelto il mio campo. L'altra differenza essenziale risiede nelle possibilità di cucinare: solo una friggitrice "classica" può fare ciambelle per esempio. Poiché la preparazione è un po 'liquida, può essere cucinata solo con una friggitrice con olio. Ovviamente ci saranno fritture sulla nostra linea (che è rischiosa solo un mese prima delle vacanze).

Test della Riviera & Bar QD 574 Una friggitrice digitale in acciaio inossidabile: della

La brava ragazza che chiede

La friggitrice non √® l'amico pi√Ļ facile e da quella parte capiamo perch√© alcuni sono stati tentati dalle friggitrici senza olio. Innanzitutto, vi √® la questione della manutenzione con un olio che deve essere filtrato ogni 2-5 usi, il che significa trasferire l'olio dalla friggitrice in un secchio attraverso un cinese o colino, lavaggio il serbatoio quindi rimette l'olio nella friggitrice. Operazioni non molto rago√Ľtantes ma comunque essenziali se si vuole mantenere un olio per friggere sano. Nelle istruzioni per l'uso di Riviera & Bar, √® consigliabile filtrare l'olio dopo ogni utilizzo e tenerlo in una bottiglia lontano da fonti di calore e luce. Ma √® al momento di sbarazzarsi dell'olio di cottura che si pu√≤ davvero rimpiangere di averci messo le dita dentro. L'olio per friggere non va versato nei lavandini o gettato nella spazzatura. L'unica soluzione per l'individuo √® quella di depositarla in una discarica garantendo prima le condizioni di recupero nella discarica della citt√†. Nella mia casa √® specificato ad esempio che il deposito di olio √® limitato a tre litri per assunzione, non molto pratico quando si ha una friggitrice con una capacit√† di quattro litri.

Il test con la ricetta delle mele Dauphine

Per mostrare in video l'uso di questa friggitrice, KitchAnne è stato abbastanza bravo da unirsi a me in cucina per presentarmi alla realizzazione delle mele Dauphine.

Punti di forza

- Temperature preselezionate. Sebbene non utilizzi necessariamente i programmi per il tempo, trovo conveniente selezionare rapidamente le temperature con un solo pulsante. La friggitrice quindi indica quando ha raggiunto la temperatura desiderata, sfortunatamente troppo discretamente (vedi punti deboli). - Uso intuitivo. Quando ho ricevuto la friggitrice, mancava il manuale utente perché era un prototipo. Anche se in seguito ho chiesto di ricevere l'avviso, è risultato quasi inutile perché l'uso della friggitrice è intuitivo grazie al suo pulsante principale e al suo schermo digitale che ti dà tutte le indicazioni.

I punti deboli

- La mancanza di segnale. Come ho sottolineato in evidenza, l'interesse di questa frittura √® di dirci quando ha raggiunto la temperatura desiderata, tuttavia avremmo voluto che un indicatore sonoro fosse avvisato della fine del periodo di riscaldamento. √ą infatti necessario guardare lo schermo digitale: l'indicatore √® la parola "riscaldatore" che scompare oltre alla temperatura indicata. Quindi guarda la sua friggitrice per vedere se √® pronta o meno. - Un timer non √® cos√¨ utile. Per scegliere, avrei preferito avere questa indicazione sonora piuttosto che la possibilit√† di avere un timer che anche manca di indicazioni sonore. Se il tempo di riscaldamento non mi sembra cos√¨ utile, √® perch√© in generale i tempi di frittura sono molto brevi e il miglior indicatore di cottura √® ancora l'occhio umano. Risultato: non avvio mai il timer, preferendo fidarmi dei miei sensi e soprattutto selezionando il timer, la friggitrice si ferma una volta trascorso il tempo. Il video test della friggitrice Riviera & Bar QD 574 A Riviera & Bar, friggitrice digitale in acciaio inox, QD 574 A, circa 180 ‚ā¨

Video: Test Verna pre rally Riviera Ligure 2012

Condividi Con I Tuoi Amici:
Test della Riviera & Bar QD 574 Una friggitrice digitale in acciaio inossidabile
‚á° Al Piano Di Sopra