Yves-Marie Allain consegna le sue chiavi per capire il giardino

L'arte dei giardini non esiste in tutte le civiltà

In Questo Articolo:

Ingegnere orticolo e paesaggista, Yves-Marie Allain ha una grande carriera che gli permette oggi di proporre un libro che elenca non meno di 90 chiavi per capire il giardino. L'autore e l'esperto ritornano per noi su "Il giardino segue le mode? Per le edizioni di Quæ.

Parlaci del tuo viaggio.

Ho un corso classico con un diploma di ingegnere orticolo a Versailles e poi con il paesaggista DPLG. Ho avuto la responsabilità di giardini di autorità pubbliche a Lorient e Orleans. Nel 1993, ho diretto il Jardin des Plantes a Parigi e l'Arboretum de Chèvreloup. Nel 2004, sono tornato all'Ispettorato generale dell'ambiente.

Perché questo libro che presenta 90 chiavi per il giardino?

Volevo proporre gli elementi di base che permettessero di dare un inizio di spiegazione sul comportamento delle piante. Ad esempio, volevo che tutti capissero perché c'è una bella fioritura in alcuni anni e nessun altro specificando il ruolo del freddo invernale. Tutto è fisiologicamente spiegato e propongo chiavi di lettura e non dimostrazioni scientifiche. Il libro è per tutti coloro che non hanno le basi del giardino e coloro che vogliono capire le regole della pianta.

Cos'è un giardino per te?

Siamo fortunati che il vocabolario abbia un significato, quindi non è la mia definizione ma la parola giardino. Un giardino è un luogo chiuso in cui l'uomo interviene più o meno. La natura può svilupparsi, ma non totalmente liberamente, anche se l'uomo deve anche rispettare certe regole. È una specie di simbiosi. Possiamo essere molto direttivi, ad esempio in un orto, purché rispettiamo determinate regole (temperatura, umidità, durata del giorno...) o al contrario, lasciamo più libertà alla vegetazione coltivata e spontanea.

Quanti stili di giardino ci sono?

L'arte dei giardini non esiste in tutte le civiltà. Se esistono giardini tra cui simbolici o religiosi, non c'è stata davvero arte da giardino, nel senso in cui la intendiamo in Occidente, nelle civiltà di certi continenti come America, Africa, Africa, australia. Le grandi culle del "giardino del piacere" sono l'Estremo Oriente con la Cina e il Giappone, la seconda casa è in Medio Oriente al bacino del Mediterraneo e la terza è l'arte occidentale nata principalmente in Italia all'epoca del Rinascimento e trasmesso da tutto il mondo. Possiamo quindi declinare le ispirazioni di queste tre culle in molte sfumature.

Cosa devi sapere per creare il tuo giardino?

La prima domanda da porsi è "cosa voglio da questo giardino? Cosa voglio fare con questo? ". Hai diversi tipi di giardino: quello della rappresentazione e quello che consente una relazione con la natura sensibile e diretta. Il giardino in sostanza è un luogo in cui è possibile fare tutto compreso il contrario di ciò che è fuori dalle mura di quest'ultimo. È anche grande libertà e il grande dramma del giardino! Ma se vuoi riuscire a ottenere ciò che vuoi, devi capire un certo numero di regole. In ogni caso, il giardino deve rimanere un luogo in cui si esprime la propria percezione. Se alcune persone trovano gli gnomi da giardino ridicoli, per altri, è un modo di esprimere la loro immaginazione e non dobbiamo disprezzare questa modalità di espressione.

Il titolo del tuo libro solleva la questione della moda in giardino. Possiamo davvero parlare di moda?

Sì, ci sono modi! Oggi ci stiamo spostando verso un numero sempre maggiore di giardini naturali con piante meglio adattate e guardando alle erbe infestanti in modo diverso. I giardini condivisi sono molto alla moda e positivi, ma sono anche il simbolo di una società che sta perdendo il suo orientamento e non ha altri luoghi di convivialità. Il giardino è un modo per tornare a un'idea terra ma anche una certa nozione di tempo. Le cose cresceranno al loro ritmo e sarà possibile osservare il passare del tempo.

Dai una lunga lista di giardini da visitare, ma cosa succede se devi nominarne uno?

Non ho una risposta! Fondamentalmente, dipende dallo stato mentale in cui ti trovi! Ho ancora una certa tenerezza per le persone che restaurano vecchi orti. Oggi magnifichiamo grandi tradizioni per fare qualcosa di bello. Il culturale e il culturale non sono incompatibili.

Video:

Condividi Con I Tuoi Amici:
Yves-Marie Allain consegna le sue chiavi per capire il giardino
⇡ Al Piano Di Sopra